Seguici su

Sport

F1 Baku, grande pole di Leclerc!

Charles Leclerc precede Verstappen e Perez. Poi l’altra SF-23 di Sainz e Hamilton con la Mercedes. Alonso sesto, eliminato Russell in Q2

Avatar

Pubblicato

il

Leclerc in pole a Baku
Charles Leclerc in pole a Baku (© Agenzia Fotogramma)

BAKU – Charles Leclerc ha firmato la pole position nel GP dell’Azerbaijan con la Ferrari battendo il record della pista di Baku con un 1’40″203, un tempo strepitoso che va sotto al primato del 2019 che era detenuto da Valtteri Bottas con la Mercedes. Charles firma la 19esima partenza al palo, ma è importante perché è la prima della SF-23. Il monegasco ha migliorato di otto decimi rispetto al miglior tempo in Q2.

Max Verstappen è secondo a 188 millesimi: l’olandese ci ha provato a mettersi in caccia della rossa e ha dovuto anche sfiorare le barriere, ma questa volta non è bastato. Recrimina Sergio Perez terzo a quasi tre decimi con l’altra Red Bull: il messicano ha commesso un paio di errorini e li ha pagati tutti, ma è rimasto attaccato alla coppia della prima fila. Cosa che non è riuscita a Carlos Sainz. Lo spagnolo lascia otto decimi al compagno di squadra.

Lewis Hamilton porta la W14 in quinta posizione facendo il suo, ma il distacco di quasi un secondo è grande, troppo grande. Su un tracciato velocissimo si è spenta un po’ la spinta dell’Aston Martin con Fernando Alonso sesto: l’asturiano manca di velocità massima sul lunghissimo dritto finale. Lance Stroll non è andato oltre il nono posto con l’altra “verdona”, ma il canadese ha accusato il DRS che non si è aperto.

Leclerc: «Pole bella sorpresa, ma in gara sarà diverso»

“Siamo arrivati a questo weekend pensando che sarebbe stato molto positivo stare davanti a Mercedes e Aston Martin in qualifica. Alla fine siamo in pole, è una sorpresa positiva anche se in gara credo saremo ancora dietro un passo indietro rispetto alle Red Bull”. E’ la gioia di Charles Leclerc che partirà davanti a tutti nel gp dell’Azerbaigian di domenica, ma il monegasco avverte: “È stato un weekend molto impegnativo per noi piloti, abbiamo avuto poco tempo per provare, ma il feeling è stato buono fin dall’inizio e quindi sono molto contento” ha aggiunto il pilota della Ferrari.

Più complicata invece la partenza a Baku per il compagno di squadra, Carlos Sainz: “Giornata difficile, ho faticato già dalle prove libere. Mi mancavano passo e fiducia. Ogni volta che facevo un passo avanti commettevo un errore e tornavo indietro. Peccato perché in Australia ero andato molto meglio. A causa degli errori che ho commesso ho finito per usare un treno di pneumatici in più e anche questo non mi ha aiutato. Colpa mia comunque. Purtroppo ora la macchina è in regime di parco chiuso, quindi non abbiamo la possibilità di capire fino in fondo cosa è successo”.

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *