Seguici su

Italia

Euro 2024, l’Italia affonda la Macedonia del Nord

L’Italia di Spalletti batte la Macedonia 5-2 nelle qualificazioni ad Euro 2024, con doppietta di Chiesa e gol di Darmian, Raspadori e El Shaarawy.

Avatar

Pubblicato

il

L'esultanza dei giocatori della nazionale dopo il goal di Chiesa alla Macedonia del Nord
L'esultanza dei giocatori della nazionale dopo il goal di Federico Chiesa alla Macedonia del Nord (Agenzia Fotogramma)

In una partita cruciale per le qualificazioni all’Euro 2024, l’Italia ha dimostrato la sua superiorità calcistica battendo la Macedonia del Nord con un convincente 5-2. Questa vittoria ha non solo vendicato la sconfitta subita nei playoff per il Qatar 2022, ma ha anche permesso all’Italia di eguagliare l’Ucraina in classifica, fissando così il prossimo incontro decisivo per la qualificazione.

Sintesi della Partita

L’Italia ha iniziato la partita imponendo il proprio ritmo. Con un’offensiva guidata da giocatori chiave come Raspadori e Chiesa, gli Azzurri hanno messo in difficoltà la difesa macedone fin dai primi minuti. Il primo gol, un colpo di testa di Darmian su assist di Raspadori, ha impostato il tono per il resto della partita.

Federico Chiesa si è distinto realizzando una doppietta, con un assist memorabile di Barella per il secondo gol. Raspadori, oltre ad assistere, ha segnato un gol fondamentale nell’81’ che ha rassicurato la squadra e i tifosi, dissipando ogni timore di un possibile ritorno della Macedonia.

Nonostante la superiorità, l’Italia ha subito un breve momento di incertezza quando Atanasov ha segnato una doppietta per la Macedonia. Tuttavia, la risposta italiana è stata immediata e decisa, con Raspadori e El Shaarawy che hanno sigillato la vittoria.

Il cammino verso Euro 2024

Con questo trionfo, l’Italia si avvicina alla qualificazione per l’Euro 2024. La squadra di Spalletti mostra un mix vincente di esperienza e talento giovane, con giocatori come Barella e Chiesa che stanno emergendo come leader sul campo. Il prossimo match contro l’Ucraina sarà decisivo, e l’Italia si presenta con un vantaggio psicologico importante.

Questa vittoria è più di un semplice risultato: è un segnale che l’Italia è pronta a riscattarsi dopo la delusione per la mancata qualificazione al Mondiale. Con una squadra rinnovata e motivata, gli Azzurri dimostrano di essere una forza da non sottovalutare in vista delle prossime sfide internazionali.

Il fantasma del passato: l’errore di Jorginho

Durante la partita contro la Macedonia del Nord, un momento di tensione ha pervaso l’atmosfera quando Jorginho ha fallito un calcio di rigore. Questo episodio ha rievocato dolorosi ricordi della mancata qualificazione ai Mondiali in Qatar, sollevando interrogativi sulla scelta di affidargli la responsabilità dei rigori.

Jorginho ha attraversato un periodo complicato in termini di calci di rigore, caratterizzato da una serie di errori che hanno sollevato dubbi sulla sua affidabilità in queste situazioni cruciali. Nonostante sia stato un eroe nella finale di Wembley dell’Euro 2020, i suoi recenti errori hanno alimentato un dibattito sulla sua idoneità a ricoprire questo ruolo per la nazionale italiana.

Il fallimento di Jorginho nei rigori non è un fenomeno isolato. Ha già commesso errori significativi in partite cruciali, come quelle contro la Svizzera, che hanno avuto un impatto diretto sulla qualificazione dell’Italia a importanti tornei. Questi incidenti hanno lasciato un’impronta indelebile sulla psicologia della squadra e dei tifosi.

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *