Seguici su

Esteri

Jair Bolsonaro: «Esercito brasiliano ultimo bastione contro il socialismo»

Il Presidente brasiliano uscente rompe il silenzio dopo la sconfitta elettorale: «stiamo vivendo un momento cruciale, siamo davanti a un bivio»

Pubblicato

il

Jair Bolsonaro (© ANSA)
Il presidente brasiliano uscente, Jair Bolsonaro (© ANSA)

BRASILIA – “Le forze armate sono essenziali, sono l’ultimo bastione contro il socialismo”: lo ha affermato il presidente brasiliano uscente Jair Bolsonaro, che ha rotto il silenzio oltre un mese dopo la sconfitta alle urne che ha visto il ritorno a Brasilia del leader della sinistra, Luiz Inacio “Lula” da Silva.

“Alcuni ciritcano il mio silenzio, ma se qualche settimana avessi anche solo detto ‘buongiorno’ tutto sarebbe stato distorto, modificato”, si è giustificato Bolsonaro parlando a un gruppo di sostenitori davanti alla residenza presidenziale dell’Alvorada.

«Siamo davanti a un bivio»

“Chi decide del mio futuro, di dove andrò, siete voi. Chi decide dove vanno le forze armate siete voi” ha concluso, precisando che “stiamo vivendo un momento cruciale, siamo davanti a un bivio”.

Dopo la sconfitta elettorale migliaia di sostenitori di Bolsonaro avevano bloccato delle strade e manifestato davanti alle caserme chiedendo l’intervento dell’esercito per impedire a Lula di assumere l’incarico.

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *