Seguici su

Idee & Consigli

Cartucce per stampanti: scopriamo le diverse alternative

Cartucce per stampanti: originali, compatibile e rigenerate

Avatar

Pubblicato

il

Le cartucce per stampanti sono articoli diffusissimi, d’altronde queste periferiche per computer sono ormai largamente utilizzate anche in casa, e possono presentare caratteristiche molto diverse.

Gli aspetti sulla base di cui è possibile differenziare questi prodotti sono numerosi: la tipologia di stampante su cui possono essere utilizzati, ad esempio, o anche il colore dell’inchiostro in essi contenuto, ma tutti i modelli possono essere distinti in 3 grandi categorie.

Come si può notare scoprendo le proposte di un buon negozio online di cartucce per stampanti come TuttoCartucce, queste categorie sono quella delle cartucce originali, quella delle cartucce compatibili e quella delle cartucce rigenerate.

Andiamo a scoprirle una ad una, facendo il punto sui relativi “pro” e “contro”.

Le cartucce originali, l’alternativa più classica

L’alternativa più classica corrisponde senz’altro alle cartucce originali, ovvero quelle proposte sul mercato dallo stesso produttore della stampante.

A questo riguardo è utile sottolineare che le cartucce per stampanti non sono dei consumabili “universali”, dunque non sono utilizzabili indistintamente su qualsiasi dispositivo: ogni brand, infatti, ha i propri standard, di conseguenza le cartucce prodotte da un marchio non si potranno utilizzare nella stampante di un competitor.

Nel momento in cui si scelgono delle cartucce originali, ovviamente, bisogna accertarsi non solo che siano prodotte dallo stesso marchio produttore della stampante, ma anche che siano adatte allo specifico modello di cui si è in possesso.

Il vantaggio di scegliere delle cartucce originali è sicuramente la grande qualità del risultato finale, da questo punto di vista, infatti, questi prodotti offrono delle garanzie di altissimo livello, il loro costo tuttavia è il più alto tra le 3 categorie menzionate e, in caso di utilizzi piuttosto significativi della stampante, la spesa può divenire tutt’altro che trascurabile nel lungo periodo.

Le cartucce compatibili, prodotti ormai diffusi che consentono di risparmiare

Le cartucce compatibili sono un’alternativa alle cartucce originali ormai molto diffusa, una soluzione che assicura un ottimo compromesso tra la qualità del risultato finale e la necessità di risparmiare.

A differenza delle cartucce originali, che come detto sono prodotte dallo stesso marchio produttore della stampante, le cartucce compatibili sono realizzate da aziende diverse, ma con lo specifico obiettivo di renderle utilizzabili nelle stampanti di un determinato marchio.

È bene sottolineare che questa non è una pratica scorretta, né ha nulla a che fare con la contraffazione: i prodotti, infatti, sono venduti per ciò che sono, delle cartucce compatibili appunto, e nulla vieta ad un’azienda di produrre e commercializzare consumabili destinati a dispositivi di altri brand.

Il risparmio che deriva dalla scelta di cartucce compatibili è molto consistente: esso può ovviamente variare da modello a modello, ma si parla, nella grande maggioranza dei casi, di un risparmio di oltre il 50%. Conveniente, vero?

Anche dal punto di vista qualitativo questi prodotti sono soddisfacenti: per poter essere competitive, infatti, anche le aziende che propongono cartucce compatibili sono chiamate ad evolvere costantemente i propri articoli, e nella maggioranza dei casi è pressoché impossibile riuscire a distinguere una stampa effettuata con cartucce compatibili da una effettuata con cartucce originali.

Le cartucce rigenerate, prodotti ancora poco comuni, ma interessanti

La terza categoria, quella delle cartucce rigenerate, è ancora piuttosto di nicchia, certamente meno diffusa rispetto alle altre due, ma assolutamente meritevole di attenzione.

Come si intuisce dal nome, queste cartucce vengono sottoposte a rigenerazione, dunque si tratta di cartucce già utilizzate e divenute esauste, per poi essere riempite nuovamente di inchiostro tramite delle apposite procedure.

La rigenerazione di una cartuccia è teoricamente realizzabile anche in autonomia, ma è molto complessa, senza trascurare il fatto che le polveri contenute dalle cartucce sono potenzialmente tossiche e bisognerebbe quindi avere tutte le accortezze del caso, di conseguenza la soluzione migliore non può che essere quella di acquistare cartucce rigenerate a livello industriale.

Il risparmio che ci si può garantire utilizzando queste cartucce è molto importante, inoltre un ulteriore “pro” di questa scelta è il fatto che è molto eco-friendly, contribuendo a ridurre la produzione di rifiuti da smaltire; quanto alla qualità, essa dipende ovviamente da modello a modello, ma anche in questa categoria si possono trovare prodotti molto interessanti.

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *