Seguici su

Idee & Consigli

ENI lancia MyChange: l’ambiente formativo digitale per lo sviluppo sostenibile

ENI continua a dimostrare il proprio impegno nei confronti della sostenibilità e della transizione energetica

Pubblicato

il

ENI ha dimostrato ormai a più riprese il proprio impegno nei confronti della sostenibilità e della transizione energetica. L’azienda ha messo in campo, negli ultimi anni, diversi progetti volti proprio ad incentivare uno sviluppo sempre più sostenibile ed una diffusione di competenze tecniche e manageriali che guardino in tale direzione. Si tratta, sostanzialmente, di fornire strumenti concreti a tutte quelle aziende che intendano affrontare le sfide del futuro rispettando le grandi tematiche dell’Agenda 2030. Esattamente in questo quadro si inserisce MYChange: uno strumento realizzato da Eni Corporate University che si rivela una grande risorsa per le aziende con lo sguardo volto verso il futuro. Vediamo allora nel dettaglio di cosa si tratta.

MyChange: un ambiente formativo digitale per lo sviluppo sostenibile

MyChange può essere considerato un ambiente formativo digitale: una risorsa ricca di contenuti, spunti di riflessione, suggestioni ed informazioni che ruotano intorno ai grandi temi dell’Agenda 2030. Si parla dunque di sviluppo sostenibile a 360°: un argomento decisamente complesso, con molteplici sfaccettature, che proprio grazie a MyChange viene reso maggiormente fruibile. MyChange è uno strumento adatto a tutti i ruoli e livelli aziendali: è versatile e dinamico e rappresenta un’effettiva risorsa per tutte le realtà in trasformazione.

Il percorso di certificazione sugli SDGs

A rendere interessante MyChange è l’innovativo percorso di certificazione sugli SDGs. Questo si rivolge alle aziende non ancora del tutto pronte ad accogliere le sfide della transizione ecologica e digitale perché prive di figure professionali con conoscenze specifiche in ambito di sostenibilità. Il percorso formativo, riconosciuto a livello internazionale, consente di ottenere la certificazione SDG User che attesta proprio il possesso di competenze, conoscenze ed abilità ben precise.

SDG User: conoscenze ed abilità indispensabili per il futuro dell’azienda

Quali sono però le conoscenze e le abilità specifiche che gli SDG User dovranno possedere e potranno apprendere grazie al percorso formativo proposto da Eni Corporate University? Vediamole brevemente.

Le conoscenze

Per ottenere la certificazione di SDG User sarà necessario dimostrare di conoscere a fondo l’Agenda 2030, i suoi 17 obiettivi principali ma anche i 169 sotto-obiettivi. I candidati dovranno inoltre padroneggiare le 5 P (Persone, Pianeta, Pace, Prosperità e Partnership) oltre ai contenuti presenti all’interno del sito ufficiale dell’ONU sdgs.un.org.

Le abilità

Riguardo alle abilità invece, gli SDG User dovranno dimostrare di adottare comportamenti responsabili, aver fatto propri i principi del 17 principali obiettivi dell’Agenda 2030 ed essere in grado di divulgarli.

SDG User: un valore aggiunto per l’azienda

Avere al proprio interno personale adeguatamente formato e in possesso della certificazione SDG User rappresenta un grande valore aggiunto per l’azienda. Ne attesta infatti l’impegno nei confronti della sostenibilità ambientale, tematica ormai sempre più importante a livello internazionale, e ne migliora di conseguenza la reputazione. Non solo: delle figure adeguatamente formate offrono un vantaggio competitivo sul mercato in termini di value proposition. L’azienda può dunque trarne solo benefici, in un’ottica di sviluppo sostenibile e maggior competitività non solo in ambito nazionale ma anche oltre confine.

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *