Seguici su

Idee & Consigli

Prensalink rafforza il suo team in Italia per diventare un’azienda leader nel settore dei branded content

Dopo essersi affermata come uno dei più importanti marketplace di branded content in Spagna e in America Latina, Prensalink sta cercando la sua crescita ulteriore e ha scelto l’Italia per continuare la sua espansione internazionale

Pubblicato

il

Nel corso dell’anno 2022 le aziende hanno realizzato il 10% in più di campagne di contenuti sponsorizzati rispetto all’anno precedente. Tutto questo ci dice che il branded content è chiaramente una tendenza dominante nel marketing. Infatti, secondo Juan Uceda, CEO di Prensalink, “questo tipo di pubblicità non intrusiva è diventato uno dei formati preferiti dai brand. I tempi stanno cambiando e gli utenti di Internet si stanno abituando alle forme tradizionali di pubblicità, che stanno diventando sempre meno efficaci“.

Prensalink riunisce le aziende interessate su questo tipo di pubblicità e a quei media che vogliono generare benefici economici con il loro traffico. “Il nostro portafoglio di media supera ormai i 10.000 e siamo presenti in più di 50 Paesi“. Oltre a questi dati, Juan Uceda conferma che il loro database in Italia aumenta quasi quotidianamente e che hanno raggiunto accordi con i principali gruppi editoriali del Paese.

I dati sulla pubblicità su Internet confermano che, mentre un tempo i banner erano la forma di pubblicità più diffusa su Internet, oggi le aziende cercano nuovi modi per raggiungere il loro pubblico di riferimento. Per questo motivo, oggi il branded content è una di queste nuove forme, con formati che vanno dai comunicati stampa alle riviste o alle sezioni esclusive dedicate ai brand.

Il vantaggio di questo tipo di pubblicità è che non solo è accessibile da qualsiasi motore di ricerca su Internet, ma anche attraverso Google. In questo modo, la ripercussione degli articoli va oltre le visite del giornale o del blog in cui l’inserzione è stata appaltata.

Con tutte queste prerogative, è facile concludere che i professionisti dell’ottimizzazione dei motori di ricerca, della reputazione online e della pubblicità in generale vedranno sicuramente come questa piattaforma possa facilitare il loro lavoro, potendo trovare in un unico luogo un ampio catalogo di mezzi di comunicazione con cui appaltare i loro articoli o quelli dei loro clienti.

Segui DiariodelWeb.it su Google News, Facebook o Twitter

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *