Seguici su

Biella

In attesa dei funghi: la stagione micologica ritarda il suo Inizio

La stagione dei funghi ritarda nel biellese a causa di piogge violente e cambiamenti climatici. L’esperto Luciano Marcon prevede un ritorno dei funghi tra 4 giorni e una settimana.

Avatar

Pubblicato

il

Funghi porcini
Funghi porcini (© Depositphotos)

I “fungiat” biellesi dovranno dimostrare ancora un po’ di pazienza prima di immergersi nella loro amata attività di raccolta dei funghi. Luciano Marcon, consigliere del Gruppo Micologico Biellese e rinomato esperto delle aree migliori per la ricerca dei funghi nella provincia, ha condiviso alcune considerazioni sulla situazione attuale.

Secondo Marcon, le recenti piogge non sono state sufficienti a creare le condizioni ottimali per l’inizio della stagione micologica. La loro natura violenta e rapida ha impedito al terreno di essere adeguatamente preparato per l’arrivo dei funghi. Una pioggerellina delicata e prolungata sarebbe stata l’ideale per creare l’ambiente propizio alla crescita fungina.

Le sfide climatiche e l’impatto sul periodo micologico

Nonostante le speranze di una stagione micologica iniziata regolarmente alla fine di luglio o all’inizio di agosto, l’attesa è stata prolungata. L’anno precedente, a causa delle temperature opprimenti, il periodo di raccolta era slittato di alcune settimane, evento che sembra ripetersi quest’anno. Luciano Marcon sottolinea che non può fare a meno di ipotizzare che ciò sia influenzato dai cambiamenti climatici in corso. Mentre il caldo intenso e le condizioni meteorologiche irregolari sembrano diventare sempre più comuni, la tradizionale tempistica per la raccolta dei funghi subisce adattamenti imprevisti.

Quando arriveranno i funghi?

Quando potranno finalmente i fungaioli biellesi dirigersi verso le loro zone di raccolta preferite? Secondo Marcon, l’attesa potrebbe non essere eccessivamente lunga. Stima che tra quattro giorni e al massimo una settimana, le condizioni miglioreranno e i funghi inizieranno a farsi vedere. In altre parole, c’è una luce alla fine del tunnel dell’attesa. Le piogge dolci e persistenti, se arriveranno nei prossimi giorni, potrebbero finalmente creare l’ambiente ideale per la crescita dei funghi.

In questo periodo di incertezza, Luciano Marcon esorta la comunità dei fungaioli e gli amanti della natura a rimanere pazienti. Anche se la tentazione di iniziare la ricerca dei funghi potrebbe essere forte, è importante dare al terreno il tempo di adeguarsi alle giuste condizioni. Questo periodo di attesa potrebbe anche essere l’occasione perfetta per rafforzare la conoscenza micologica, condividere storie e consigli tra gli appassionati, e prepararsi per un’esperienza di raccolta più ricca e appagante quando finalmente sarà il momento.

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *