Seguici su

Italia

F1, il meteo belga complica la sprint race a Spa: Verstappen trionfa, Hamilton penalizzato

Il contatto tra Hamilton e Perez ha portato alla penalizzazione del campione del mondo, mentre le Ferrari hanno fatto il possibile per recuperare nonostante le condizioni difficili

Avatar

Pubblicato

il

Max Verstappen, vincitore della sprint race di Spa
Max Verstappen, vincitore della sprint race di Spa (© Red Bull Racing)

Ancora una volta, il meteo belga ha dimostrato di essere il vero dominatore della pista di Spa-Francorchamps durante la sprint race. Un forte temporale ha causato un ritardo di un’ora, ma alla fine Max Verstappen è riuscito a trionfare, portando a casa preziosi punti per il mondiale. Il contatto tra Hamilton e Perez ha portato alla penalizzazione del campione del mondo, mentre le Ferrari hanno fatto il possibile per recuperare nonostante le condizioni difficili.

Il meteo delle Ardenne complica le qualifiche

Il capriccioso meteo delle Ardenne ha messo a dura prova i piloti e i meccanici durante tutto il fine settimana di gara. Dopo che la pista si era asciugata nelle qualifiche, un temporale improvviso ha colpito la zona, causando cambiamenti nei risultati delle diverse categorie. La Formula 3 ha potuto correre su pista asciutta, mentre il ritorno della pioggia ha creato incertezza per la Formula 2 e la Formula 1. Le squadre hanno dovuto adattare le strategie di corsa per affrontare le imprevedibili condizioni meteo.

Sprint Race: Verstappen alla grande

Max Verstappen ha dimostrato ancora una volta la sua abilità nella sprint race, vincendo la gara con un’ottima prestazione. Partendo dalla pole position, ha gestito le condizioni di pista bagnata, riuscendo a tenere dietro il sorprendente Oscar Piastri con soli 11 millesimi di secondo di vantaggio. Verstappen aveva l’obiettivo di ottenere il massimo dei punti, visto che avrebbe dovuto partire dalla terza fila nel gran premio successivo a causa di una penalità per aver cambiato il cambio. La Rossa, tuttavia, doveva ancora dimostrare se aveva risolto i problemi sul passo gara.

La lotta contro il meteo e l’acquaplaning

La conformazione del circuito di Spa ha creato ulteriori sfide per i piloti. Mentre la pioggia rallentava e la pista si asciugava, alcune curve del tracciato permanente rimanevano bagnate, rendendo difficile la procedura di partenza. Il rischio di aquaplaning era elevato, e il pubblico belga sperava che la gara potesse comunque svolgersi nonostante le difficoltà. La safety car è stata chiamata a guidare il gruppo dietro alle gomme estreme wet, e i team hanno dovuto prendere decisioni strategiche cruciali riguardo alle coperture da montare.

La Safety Car e le varie strategie

La lunghezza della sprint race è stata ridotta a causa delle difficoltà causate dalla pioggia. La safety car ha guidato il gruppo per quattro giri prima della partenza lanciata, e i piloti sono stati invitati a montare le gomme intermedie per affrontare il resto della gara. Alcuni piloti hanno scelto di rimanere con le gomme da bagnato, mentre altri hanno optato per le intermedie, cercando di sfruttare le opportunità offerte dalle condizioni mutevoli della pista.

Penalizzazione per Hamilton, vittoria di Verstappen

Il contatto tra Hamilton e Perez ha portato alla penalizzazione del campione del mondo, che è scivolato dietro alle due Ferrari e alla McLaren di Norris. Nel frattempo, Max Verstappen ha continuato a guidare in modo magistrale, guadagnando quasi 5 secondi di vantaggio su Piastri, che ha difeso con successo il secondo posto. Gasly ha chiuso la gara in terza posizione, mentre Hamilton ha dovuto accontentarsi del quarto posto. La giornata si è conclusa con un trionfo per Verstappen, seguito dal giovane Piastri, dimostratosi molto competitivo.

La sprint race a Spa-Francorchamps è stata una sfida emozionante a causa del meteo imprevedibile delle Ardenne. Max Verstappen ha dimostrato ancora una volta la sua superiorità, guadagnando punti preziosi per il mondiale. Le difficili condizioni di pista hanno portato a scelte strategiche cruciali da parte dei team, mentre il contatto tra Hamilton e Perez ha portato a una penalizzazione per il campione del mondo. Nonostante tutto, il pubblico belga ha dimostrato la sua fedeltà, resistendo sotto la pioggia per assistere a una gara avvincente e piena di sorprese. La prossima gara, con il meteo incerto, promette di essere altrettanto avvincente.

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *