Seguici su

Idee & Consigli

Utenze domestiche: consigli e strategie per ridurre i consumi di luce e gas

Investimenti e buone abitudini per ridurre i consumi di luce e gas

Avatar

Pubblicato

il

ridurre i consumi di luce e gas

Luce e gas giocano un ruolo fondamentale per il comfort domestico, tuttavia spesso l’utilizzo di queste risorse è soggetto a sprechi che sarebbe importante evitare per diverse ragioni.

Innanzitutto, ridurre i consumi di luce gas è un gesto che fa bene all’ambiente: la produzione di energia attraverso combustili fossili provoca il rilascio nell’atmosfera di quantitativi significativi di gas a effetto serra, responsabili del riscaldamento globale e dei cambiamenti climatici.

Ma c’è un altro aspetto da non sottovalutare, ovvero l’impatto che gli sprechi energetici hanno sulle risorse economiche delle famiglie: riuscire a ridurre i consumi può aiutare a tagliare la bolletta, con un risparmio che può diventare significativo soprattutto se si dispone di un’offerta luce e gas dai costi competitivi.

Come trovare l’offerta luce e gas più indicata per il proprio fabbisogno

Per trovare una proposta conveniente e indicata per il proprio fabbisogno energetico è consigliabile guardare al mercato libero, dove grazie alla libera concorrenza i fornitori possono stabilire autonomamente il costo dell’energia – un valore che nel servizio di maggior tutela è invece determinato dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA).

Tra le migliori offerte luce e gas attualmente disponibili sul mercato libero è possibile annoverare quelle di Pulsee, digital energy company italiana che si contraddistingue per le tariffe competitive, chiare e prive di costi nascosti.

Il tutto assicurando al contempo una gestione del tutto digitale delle forniture, così da evitare consumi di carta, e mettendo a disposizione energia elettrica prodotta da fonti 100% rinnovabili.

Investimenti e buone abitudini per ridurre i consumi di luce e gas

Oltre alla scelta dell’offerta luce e gas più indicata per il proprio fabbisogno energetico, è altrettanto importante valutare la possibilità di effettuare interventi di efficientamento energetico, dato che aiutano a contenere la dispersione dell’energia e, di riflesso, anche i consumi.

Naturalmente, anche ridurre gli sprechi domestici fa la differenza, soprattutto quando si parla di riscaldamento degli ambienti. In inverno, per esempio, mantenere la temperatura interna al di sotto dei 19°C aiuta a ridurre i consumi e a raggiungere un comfort termico ottimale. Lo stesso vale in estate, quando per minimizzare i consumi, senza compromessi sul comfort percepito, è consigliabile mantenere i condizionatori a una temperatura minore di 4 o 6°C rispetto a quella che si registra all’esterno.

Per quanto riguarda invece gli elettrodomestici, è fondamentale ricordare, al momento dell’acquisto, di preferire i dispositivi ad alta efficienza energetica, in particolare gli apparecchi di classe A. Naturalmente, è altrettanto importante fare un uso virtuoso degli elettrodomestici, cercando di adoperarli solo a pieno carico e con programmi a basse temperature.

Bisogna inoltre ricordare che l’utilizzo della lavastoviglie è più economico si esclude il ciclo di asciugatura – una fase altamente energivora – e che l’asciugatrice può incidere di meno sui consumi se adoperata solo quando le condizioni atmosferiche non consentano l’asciugatura del bucato all’aria aperta.

Tra i comportamenti virtuosi ci sono poi quelli relativi all’utilizzo dell’acqua calda: optare per una doccia breve, di 6 o 7 minuti al massimo, può contribuire a diminuire il consumo di gas domestico, che si abbassa ulteriormente se si evita di lasciare il rubinetto aperto mentre ci si insapona.

Infine, è importante accompagnare ogni gesto da un cambiamento culturale, ricordando che ogni accortezza, per quanto ininfluente possa sembrare, se adottata dalla collettività può fare davvero la differenza.

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *