Seguici su

Trend

Le vacanze 2023 degli italiani

Gli italiani scelgono la destinazione in base al prezzo, 1 su 3 lavorerà in vacanza e c’è chi sceglie la workation. Vacanzieri infastiditi da folle e truffe

Avatar

Pubblicato

il

Turista in riva al mare
Turista in riva al mare

Revolut, la super app finanziaria globale con oltre 1.2 milioni di clienti in Italia, pubblica i dati della sua ultima ricerca su consumatori e tendenze di viaggio per l’estate 2023. Lo studio è stato effettuato in collaborazione con la società di ricerche Dynata su un campione rappresentativo della popolazione italiana di 1000 individui maggiorenni.

Anche il settore viaggi sta subendo rincari significativi, ed è probabilmente proprio per questo che nello scegliere la destinazione delle proprie vacanze, gli italiani prendono in considerazione in primis i costi, indicati come driver di scelta dal 76% degli intervistati. Seguono salute/sicurezza e distanza della destinazione – entrambi al 43% – ma ritenuti aspetti più importanti dalle donne (46%) rispetto agli uomini (40%). Il cibo e le tradizioni sono invece fattori che vengono tenuti in considerazione dal 41%, mentre la sistemazione (hotel o altro) è un punto determinante nella scelta solo per il 38% degli intervistati.

Il 76% delle donne – rispetto al 72% degli uomini – dichiara preoccupazione per i rincari delle vacanze, con il 24% del campione femminile che afferma di vedere il proprio budget per le ferie seriamente a rischio. Le donne, infatti, spenderanno meno: il 61% stima una spesa tra i 250 e i 1000 Euro per una settimana di viaggio, mentre il 59% degli uomini spenderà tra i 500 e 2000 Euro.

In media, per gli italiani, il budget per un viaggio di una settimana sarà: meno di 250 Euro per il 7%, tra 250 e 500 per il 24%, tra 500 e 1000 per il 36% e tra 1000 e 2000 per il 17%. Solo il 5% pensa di spendere oltre i 2000 Euro per sette giorni di vacanza.

Ignacio Zunzunegui, responsabile Sud Europa di Revolut, commenta:

“L’aumento dei costi impatterà sui viaggi di oltre 33 milioni di italiani quest’anno, in modo marginale o più marcato. La tecnologia però rappresenta un valido aiuto per risparmiare e trovare soluzioni vantaggiose. Con Revolut, ad esempio, è possibile prenotare alloggi e fare shopping ottenendo cashback istantaneo, in modo da avere del denaro extra da spendere durante il viaggio. È anche possibile fare acquisti e prelevare in valuta straniera al tasso di cambio interbancario e senza commissioni nascoste. Un altro consiglio utile è quello di mettere da parte il denaro per le vacanze utilizzando la funzionalità di arrotondamento dei pagamenti nei mesi precedenti la partenza, come nei nostri Salvadanai, cosí da avere un gruzzoletto pronto da spendere senza alcuno sforzo.” 

L’utilità della tecnologia per mettere da parte il denaro è riconosciuta, infatti, da 1 italiano su 3: il 15% del campione utilizza un salvadanaio digitale o altri strumenti digitali per accantonare il denaro per i viaggi più facilmente, mentre un altro 15% usa una combinazione di strumenti tradizionali e digitali. Il caro vecchio porcellino in ceramica viene ormai utilizzato solo dal 17% degli italiani.

Le ferie sono fatte per rilassarsi e rigenerarsi, ma quasi un italiano su tre (28%) lavorerà durante la vacanza, o potrebbe doverlo fare. In dettaglio, il 12% del campione afferma di dover essere sempre disponibile in caso di emergenza, l’8% controllerà le email regolarmente e il 9% dichiara che il suo ruolo prevede di essere disponibili, nonostante preferirebbe riposare. Il 61% peró è categorico e afferma che non lavorerà durante le vacanze né si dovrebbe farlo, C’è poi un 2% che evidenzia una tendenza, quella della workation, ovvero un mix di lavoro e tempo libero da attuare in una destinazione di vacanza.

Parlando delle attività favorite, le esperienze gastronomiche riscuotono il 68% delle preferenze, seguite dalla visita dei luoghi tipici di una destinazione (57%),  natura e animali (49%), arte e musei (48%), shopping (36%).

Gli aspetti che invece stressano maggiormente gli italiani in vacanza sono le folle (56%), le truffe (37%) e gli scioperi aeroportuali e dei trasporti (29%).

Il sondaggio di Revolut ha anche rivelato che i vacanzieri italiani pensano che la Spagna sia la migliore destinazione estera per rapporto qualità-prezzo (indicata dall’8%), seguita da Grecia (7%) e Croazia (5%).

Revolut offre un’ampia gamma di prodotti finanziari che semplificano la vita dei viaggiatori: dalle carte Visa e Mastercard per pagamenti online, offline e contactless, ai cambi valuta al tasso di cambio interbancario, passando per le transazioni e i prelievi in altre valute senza commissioni nascoste e altro ancora. Con la super app Revolut, le carte possono essere bloccate e sbloccate in qualsiasi momento con un solo tocco e ogni spesa è seguita da una notifica push. In caso di furto o smarrimento della carta, i clienti possono ricevere una nuova carta in pochi giorni in qualsiasi parte del mondo. I clienti Revolut ricevono fino al 10% di cashback quando prenotano un alloggio con Soggiorni, mentre i clienti Premium e Metal possono anche beneficiare dell’assicurazione di viaggio con Allianz, con copertura medica, ritardo del volo e smarrimento del bagaglio, oltre all’accesso alle lounge aeroportuali in caso di ritardo del volo per sè stessi e per i loro accompagnatori.

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *